03/02/16

Dylan Dog 353 - Il generale inquisitore


I testi di Fabrizio Accatino e i disegni di Luca Casalanguida realizzano quello che con molte probabilità è l'albo di Dylan Dog più riuscito del nuovo corso.
La storia pesca a piene mani da una vicenda veramente accaduta: il suicidio di Michael Reeves, regista del film che dà il nome all'albo. Dylan si ritrova, incuriosito da una storia raccontata da uno degli attori protagonisti, ad indagare sulle possibili reali cause di quel gesto venendo a contatto con una radicata e isolata organizzazione di cacciatori di streghe.


Questo 353 è, nonostante situato in pieno "rilancio" della testata, un albo veramente classico della serie. Non tenta alcuna innovazione né nulla di nuovo, ma solo di raccontare una storia intrigante e che abbia un minimo a che fare con l'orrore. Per questo le circa 90 pagine de "Il Generale Inquisitore" scorrono perfettamente, ogni elemento è al suo posto in questa storia ben oleata dalla relativa calma, ma che non per questo non desta d'interesse lo spettatore. Molti sono i dialoghi, ma non cadono nella solita ridondanza tipica dello stile Bonelli e non pesano mai, rilasciano anzi la giusta dose di informazioni che dilatano bene una storia molto semplice.


Un numero da manuale, in cui ritroviamo tutte le tipiche caratteristiche di Dylan Dog (dal gusto per i film d'horror, alle fugaci storie d'amore, per passare poi dal vegetariaesimo al divertente Groucho) che, dopo molti albi in cui era semplice vittima degli eventi, torna ad essere protagonista attivo di un suo albo.

Da manuale anche i disegni di Casalanguida, puliti e precisi, con un'ottima regia delle inquadrature attraverso cui gestisce bene sia la drammaticità della bellissima sequenza finale che l'azione del piccolo climax che lo precede; oltre che ad essere piacevoli per tutto il resto della storia.


Insomma, un albo finalmente degno di Dylan Dog. Dopo mesi di nulla, una storia cristallina che, seppur non rappresenti nulla di nuovo, non contiene tutti i difetti riscontrabili nei suoi predecessori. Se proprio non si riesce a rinnovare questo personaggio, allora converrebbe continuare sulla strada di quest'albo.

Nei commenti fatemi sapere voi cosa ne pensate di questo numero, della serie, e se siete d'accordo con me o meno! Inoltre, se l'articolo vi è piaciuto, mettete un mi piace alla pagina Facebook del blog per rimanere aggiornati su tutti i nuovi articoli!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...