19/10/14

Recensione - Fantomius - Il Ladro Gentiluomo (Definitive Collection 1)


Dietro l'identità di Lord Quackett, nobilpapero inetto e pasticcione, si cela quella di Fantomius, famoso ladro gentiluomo, il cui diario darà i natali a Paperinik!


Nome: Definitive Collection 1 - Fantomius, Ladro Gentiluomo
Autori: Marco Gervasio
Genere: Avventura/Mistero
Anno: 2014

In questa prima uscita della collana "Definitive Collection", testata bimestrale dedicata alla riedizione delle storie d'autore apparse su Topolino, troviamo raccolte le prime quattro storie della serie ideata da Marco Gervasio che racconta le peripezie del ladro gentiluomo Fantomius, a cui Paperinik si ispirò parecchio nelle sue prime imprese come diabolico vendicatore.


L'autore ci porta negli anni '20, alla scoperta di un'aristocrazia superficiale che divide il suo tempo tra feste mondane e signorili sport, in una continua ostentazione della propria "plutocratica sicumera"(cit.). In questa frivola società si muove Lord Quackett, identità pubblica del misterioso Fantomius, ladro gentiluomo terrore dei ricchi e croce della polizia locale.

Le storie che compongono questo volume raccontano dei fantasiosi furti e delle incredibili imprese compiute dal protagonista grazie alla sua sconfinata astuzia e alle geniali invenzioni del suo alleato Copernico, nonno del ben più famoso Archimede. Sono avventure dal gusto spiccatamente retrò, sia narrativamente che graficamente. Le scelte cromatiche, affiancate ad una sapiente ricostruzione d'epoca, si sposano perfettamente con una narrazione che pesca a piene mani da film e libri del periodo, senza fermarsi agli ovvi riferimenti alla figura di Arséne Lupin creata da Maurice Leblanc.

I disegni dell'autore sono perfetti, rientrano ampiamente nei canoni disneyani ma grazie agli accorgimenti di cui sopra acquisiscono uno stile particolare che li rende unici, e guadagnano moltissimo da questa ristampa in formato 17x24.

Impossibile poi non prendersi in simpatia l'accattivante protagonista Fantomius. Astuto, sicuro di sé, audace.. quella del "inetto e pasticcione" Lord Quackett è solo una maschera che indossa durante il giorno, per continuare a mimetizzarsi in quell'aristocrazia che non ha nulla a che spartire con lui. A differenza del Diabolico Vendicatore, la figura di Fantomius non è uno sfogo di Lord Quackett, ma la sua vera essenza, una figura che adora mettersi alla prova, alla continua ricerca di nuove sfide e tesori da rubare.

Di qualità non solo il contenuto ma anche il contenitore. Per 3,90 € la Panini ci fa regalo di 130 pagine a colori con buona carta, non patinata purtroppo, che racchiudono le prime 4 storie del Ladro Gentiluomo più bozzetti extra e un'interessante intervista all'autore, Marco Gervasio. Chiudo quindi la recensione proprio con le sue parole che, in risposta alla richiesta di racchiudere il mondo di Fantomius in dieci parole, lo ha descritto come "Audaci furti con mezzi impossibili in una cornice di mistero."


As usual, se la recensione vi è piaciuta ricordatevi di mettere Mi Piace alla pagina FB del blog e di farmi sapere cosa ne pensate del fumetto e dell'articolo nei commenti!

3 commenti:

  1. Ci sono andato pazzo per questo volume: m'è piaciuto tantissimo!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo escano presto i volumi con le storie successive che purtroppo mi son perso sul topo C:

      Elimina
  2. Io non ho capito una cosa: i prossimi volumi saranno sempre su Fantomius? :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...