08/08/14

Le cagate che dite 2 - "..son gusti"


Torniamo con il secondo appuntamento della nuova rubrica "Le cagate che dite", dove si parla degli atteggiamenti più fastidiosi dell'utenza del web. Cliccate qui per gli altri episodi.

"Ma Matx, quando torni a parlare di fumetti?" SILENZIO.


Allora sei lì, che leggi qualcosa con cui non sei d'accordo e ti decidi ad intervenire esprimendo perché non sei d'accordo. Magari scrivi pure un lunghissimo papiro, conscio che il tuo interlocutore avrà da ridire. Tutto pronto, invii il messaggio e... arriva. Lì, pronta all'uso, la fatidica risposta..

"Eh va be'! So' gusti!"

Allora, premettendo che, come nell'articolo precedente, io non voglio dire che non esistono i gusti. Quello che voglio dire è che io, la mattina, non mi alzo mica dal letto perché voglio sapere che cosa piace a te. Non sei il leitmotiv della mia giornata. A me, non interessa fare il listone di quello che ti piace. 


Io voglio sapere PERCHÉ ti piace. Non perché tu sia più bello degli altri, ci mancherebbe. Ma magari perché potresti fornirmi un diverso punto di vista sulla cosa, magari potrei arricchirmi grazie a ciò che potresti dire. Instaurare discussioni con gli altri è fantastico, non è un mero litigare come molti credono. Si tratta di scambiarsi i pareri, di comprendersi a vicenda. C'è un guadagno per entrambi.

Non finiscono per forza così le discussioni

Una frase del genere all'inizio ammazza ogni possibile discussione! Usatela, ma solo quando non c'è più niente da dire. Quando avrete detto tutto, quando avrete capito che con il vostro interlocutore non possono esserci punti d'incontro, allora lì, usatela. Quello è il momento giusto, poco prima che si passi da "Io penso che tu non abbia colto il lavoro iconografico ricercato dell'autore attraverso cui ha arricchito di potenza visiva l'opera" a "Tua madre guarda Peppa Pig!"...

..che poi, forse, sotto sotto, fate bene ad uscirvene così subito. Magari è meglio così. Magari lo fate per noi. Magari volete risparmiarci le cagate che direste nel vano tentativo di argomentare. Sì, probabilmente è così. Anzi, no. Sicuramente è così.

Grazie..

4 commenti:

  1. Penso che tu sia molto saggio. Sul serio.
    Concordo quasi sempre con quello che dici e la cosa mi fa piacere, perché secondo me dici delle cose sagge, di molto buonsenso, quindi oggi rarissime, quindi preziose.
    L'unica cosa è che mi piacerebbe che approfondissi maggiormente; per mio personale egoismo, perché mi piace leggerti. E perché secondo me hai i numeri giusti per approfondire.
    Mi piace molto come la pensi su queste cose, ecco.
    Ultimissima cosa: ognuno/a fa come vuole, e ci mancherebbe!, ma è sempre una cosa carina rispondere ai commenti di chi visita il tuo blog :-)
    A presto!
    Orlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille.Come sempre, troppo buono!
      Cercherò di rendere gli articoli di questa rubrica un po' più approfonditi, la paura è sempre quella di divenire ridondanti.

      P.s.: Per i commenti.. leggo sempre tutti, ma sono sempre indeciso sul rispondere o no. In realtà non so perché, dato che quando commento negli altri blog è sempre un piacere ricevere una risposta. Inizierò a rispondere più spesso! :D

      Elimina
  2. A me capita, a volte, di doverla usare per non spaventare qualcuno che commenta sul mio blog. Specialmente sotto le stroncatura, mi arrivano dei lettori a dirmi "eh, guarda, non mi uccidere, ma a me è piaciuto per questi e quei motivi!", al che, quando rispondo alle loro argomentazioni, mi viene naturale rispondere aggiungendo, alla fine, un "guarda, i gusti sono gusti, non stiamo discutendo quelli, può piacerti quello che ti pare (anzi, apprezzo i punti di vista diversi dal mio)", in modo da invogliare chi ha scritto quel commento a tornare a rispondere sulla discussione :D

    Il problema del "I gusti sono gusti" (che ritengo rimanga un'affermazione sacrosanta) è che spesso viene usato per chiudere una discussione brutalmente, senza sprecarsi a scrivere due righe di motivazioni (e a quel punto ha lo stesso di valore di "Non capisci una cippola! Questa serie è bellissima/orrenda, torna a guardare Cento Vetrine/Il calcio - solo un pelo più cortese) ^^
    Secondo me questa frase si può usare tranquillamente, solo con annesse motivazioni/spiegazioni (disse la grafomane che lascia sempre un papiro) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente avrei dovuto specificare meglio che mi riferivo al solo utilizzo della frase nel secondo contesto, ovvero come scudo per evitare ogni possibile discussione.

      L'utilizzo che ne fai tu è, secondo me, uno dei pochi completamente accettabili :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...