05/01/14

La mia opinione su "Cartaceo vs Digitale"


Per il 100° articolo del mio blog ho deciso di impelagarmi in una delle discussioni che infiamma di più gli animi degli appassionati:

Cartaceo vs Digitale

Innanzitutto, secondo me la situazione va analizzata da tre punti di vista diversi: dal punto di vista del lettore, del mercato e del collezionismo. Partiamo dal primo.

Sono possessore ormai da un anno di un tablet Nexus 7 di Google ed ho potuto quindi provare con mano la lettura digitale e devo dire che mi sono trovato splendidamente. La lettura è agevole, fastidi agli occhi non ne ho mai avuti e si eliminano tutti i problemi che spesso attanagliano la lettura cartacea quali: rilascio di inchiostro sulle dita, difficoltà nell'aprire gli albi, rilegatura fallace, carta trasparente e/o inadatta e così via. Insomma, dal punto di vista della semplice lettura per me il digitale vince su tutti i fronti. I detrattori di questa pratica portano spesso avanti motivazioni come "L'odore della carta è insostituibile!" oppure "Poter sfogliare un albo con mano è mille volte meglio di girare le pagine su una fredda tavoletta!" che sinceramente lasciano il tempo che trovano. Sono tutte sensazioni soggettive che nulla hanno a che fare con la lettura, in un fumetto sono le storie che contano e non "lo scroscio delle pagine". Watchmen è un capolavoro sia letto su carta che su tablet, non trovate?


Anche dal punto di vista del mercato il digitale ha dalla sua molti pro. Innanzitutto si risparmierebbe un sacco di carta, e l'ambiente ringrazia, ma soprattutto si abbatterebbero i costi. Gli editori potrebbero risparmiare moltissimi soldi e di conseguenza ci potrebbero proporre prezzi molto più vantaggiosi. Quante volte sui forum o su Facebook si sente di persone che hanno smesso di leggere serie minori perché non rientravano nel loro budget?


Inoltre con il digitale si risolverebbe un altro grande problema che attanaglia soprattutto il mercato italiano: la reperibilità. Provate ad immaginare un mondo dove i manga della Planet Manga non si esauriscono mai, dove non dovete aspettare una ristampa che costa il doppio e dove potete leggere qualunque serie subito con un click.

Arrivati fin qui, potremmo dire di aver parlato di tutti gli aspetti della lettura. E il digitale stravince per me. C'è però una "passione collaterale" alla lettura che necessita di una menzione: il collezionismo.


Questa mania del voler collezionare i fumetti una volta letti attanaglia un po' tutti., è però un aspetto del tutto superfluo che nulla ha a che fare con la lettura (si può essere lettori e non essere collezionisti). Insomma, è un "vizio" a cui dovremmo poter fare a meno facilmente, ma è difficile. A me piace avere gli scaffali con tanti fumetti sopra ed è per questo che secondo me il giusto compromesso sta nel mezzo. Mi piacerebbe quindi un'integrazione tra cartaceo e digitale. In che modo? Sostituendo le edizioni economiche con il digitale e lasciando solamente le edizioni più "belle" in cartaceo. In fondo, le edizioni economiche (i manga a 3,90 € o gli spillati dei supereroi) non è che siano questo bel vedere sugli scaffali. I fumetti che piacciono di più li si compra cartacei, quelli che si leggiucchia "tanto per.." in digitale. Soprattutto parlando del panorama  dei fumetti americani, io sostituirei completamente gli spillati con il digitale e lascerei in cartaceo i volumi che raccolgono più numeri (non per forza edizioni di lusso, io sto iniziando ad amare i TPB inglesi perché costano poco, raccolgono più numeri e fanno più bella figura in libreria rispetto agli spillati. Due esempi: 1 e 2). 
Quanti hanno letto Watchmen solamente grazie alla recente edizione economica dell'opera? Ecco, se ci fosse stato in digitale non ci sarebbe stato il bisogno di quell'edizione e si sarebbe potuto ristampare direttamente il volume unico (che poi, sto iniziando ad adorare la pratica americana di fare TPB da massimo 15 € per tutto. Mille volte meglio delle nostre edizioni economiche secondo me). Per i manga invece si moltiplicherebbero le meravigliose Perfect Edition, che io adoro tanto. Insomma, in questo modo si accontenterebbe chiunque.

Per riassumere questo post incasinato:



E voi? Come la pensate? D'accordo con me? Disaccordo? Credete che abbia scritto stronzate? Scrivetemelo nei commenti! Vi ricordo inoltre di mettere Mi Piace alla pagina Facebook del blog: https://www.facebook.com/TerreIllustrate
Se proprio non vi interessa farlo, fatelo per solidarietà. Quante volte all'inizio di un nuovo anno vi siete creati dei buoni propositi che poi non avete portato a termine? Ecco, uno dei miei buoni propositi per questo 2014 è di farla arrivare a 500 fan entro la fine dell'anno. Aiutatemi, non è solo per ma per tutta la razza umana. Saremmo i primi a portare a termine un proposito. Non volete partecipare a questa grande impresa!? METTETE MI PIACE...
...
..
Proprio da disperato, ma bisogna sudarseli i fan.

5 commenti:

  1. Secondo me ogni fumetto ha la sua dignità sullo scaffale, spillato o no

    RispondiElimina
  2. Secondo me sei gay

    RispondiElimina
  3. Siete dei geni della comicità ragazzi, dovreste organizzarvi per fare qualche spettacolo!

    RispondiElimina
  4. Ero serio nella prima frase

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...