11/10/13

Letture Fumettistiche Recenti - Terre del Domani



Ladies and Gentlemen, ritorna la rubrica in cui farsi gli affari miei non era mai stato più facile. Come ogni due venerdì, ecco a voi "Letture Fumettistiche Recenti", dove vi parlo degli ultimi fumetti letti da me medesimo in persona.

Ieri ho riordinato gli scaffali con i fumetti. Mi sono procurato un crampo al polso per aver sollevato troppi numeri di PK Il Mito con una mano ed un posto all'inferno per la troppa blasfemia uscita dalla mia bocca. Forse un giorno vi farò fare un tour nella mia minuscola collezione. FORSE.




Guardiani della Galassia #2 (Panini Comics)

Iniziamo la carrellata di letture con questo mensile dedicato al lato "cosmico" dell'Universo Marvel. Avevo iniziato questa testata tanto per provare ma mi sta piacendo parecchio, peccato per l'esiguo numero delle pagine..

Guardiani della Galassia #1: Il numero ci catapulta subito dentro l'azione e Bendis introduce con una velocità da manuale la nuova saga che, nonostante la banalità, si rivela interessante e lascia con la voglia di leggerne il seguito. McNiven lo vedo un po' stanco, i suoi disegni non hanno la cura certosina che gli ho visto avere altrove, sembrano un po' abbozzati. Rimangono comunque sopra la media e non rovinano assolutamente la lettura.

Nova #2: Il tono giovanile di questa serie mi piace molto, Jeph Loeb rende tutto molto "giocoso" ed "adolescenziale" nonostante in sottofondo ci sia un po' di tragedia. McGuinnes si sposa perfettamente con lo stile della storia e ci regala delle tavole mozzafiato, fantastici anche i suoi volti molto espressivi. Questo numero purtroppo racconta pochissima roba e quindi non vedo l'ora di leggere il prossimo!


Rocky Joe #1-2 (Star Comics)

Non sono mai stato un appassionato degli sport né dei manga sportivi, ma questo manga SPACCA DI BRUTTO. Per essere degli anni 70 è un fumetto che risulta fresco ancora oggi. È invecchiato benissimo ed i personaggi hanno tutt'ora senso di esistere. Joe è tutto il contrario di quel che pensavo, mi immaginavo infatti di trovarmi di fronte ad un personaggio buonista che dispensa pillole di saggezza ed invece ho incontrato un personaggio ribelle, arrogante, truffaldino e soprattutto umano. Rocky Joe è la storia della crescita di un adolescente carico di rabbia, causata dal non aver avuto nulla dalla vita, che ora deve decidere se incanalare quella rabbia in qualcosa di costruttivo, o se diventare un criminaluncolo da quattro soldi, insomma è la storia di un bivio: costruirsi un futuro(il titolo originale del manga è "Ashita No Joe" ovvero "Joe del Domani) o continuare a vivere allo sbando? Un manga che vi consiglio assolutamente di recuperare, sono solo 20 numeri da 4,20 € l'uno che, siccome è edito dalla Star Comics, non faticherete a trovare.


Superior Spider-Man #1 (Panini Comics)

Testata attesissima che finalmente è uscita anche in Italia!

Superior Spider-Man #1-2-3: Numeri d'introduzione al personaggio freschi e dinamici, scritti con un'ottima cura. Il Dan Slott di The Amazing Spider-Man è sparito, ora sembra un altro scrittore. Evidentemente il personaggio è più nelle sue corde. Ryan Stegman anche è fantastico, dinamismo incredibile delle tavole e dei colori veramente belli. Lo adoro.
Per sapere cosa ne penso invece del cambiamento portato dalla testata invece vi rimando a questo articolo: "Lunga vita a Superior Spider-Man!"

Scarlet Spider #12.1: Non succede nulla, sono solo pochissime pagine. Carino il riassunto di tutta la storia di Scarlet Spider ma secondo me ha solo confuso le idee ai nuovi lettori.


Batman #5-6-7 (RW Lion)

La copertina del numero 6 di Batman è fantastica, peccato che quei pezzenti della RW Lion abbiano messo nella ristampa del numero italiano la copertina di Detective Comics 6. Un giorno ME LA PAGHERETE MOLTO CARA.

Batman #5-6-7: Si conclude la saga di preparazione per l'evento "La Notte dei Gufi". È stata veramente bella, disegnata da un ottimo Capullo e scritta in modo eccellente da Snyder. In particolare il numero 5 è un orgasmo narrativo, con tutte quelle tavole disegnate in modo innaturale per trasmettere le sensazioni di Batman e la sua lenta discesa nella follia. Spero che la serie si mantenga su questi livelli, anche se in giro lessi che la conclusione dell'evento "La Notte dei Gufi" sia un po' anti-climatica. Staremo a vedere.

Detective Comics #5-6-7: Questa testata brutta era e brutta è rimasta. Si conclude anche qui il primo story-arc e, nonostante nel finale ci provi, la serie non si risolleva per niente. So che tra un po' assisterò ad un cambio di sceneggiatore, non vedo l'ora. Per i disegni, che ricordo sono sempre a cura di chi la scrive, niente da dire. Belli, anche se non sono uno stile che mi piace.

Nightwing #5-6-7: Sempre più altalenante. Da un lato ci sono i disegni dinamici ed uno storytelling che non è male ma dall'altro c'è che il soggetto ed il protagonista sono proprio noiosi. Dal prossimo numero le trame dovrebbero intrecciarsi con quelle di Batman, speriamo che ciò dia una spinta qualitativa alla serie.


Spider-Man Universe #21 (Panini Comics)

Una testata altalenante dalle cover semi-fighe.

Avenging Spider-Man #16-17: Non sono di certo storie imprescindibili dell'Uomo Ragno, ma intrattengono. Il bello di questa serie è che, ora che è entrata nel Marvel NOW, analizzerà di volta in volta i cambiamenti nel modo di gestire le relazioni con gli altri eroi da parte di Superior Spider-Man. Quindi l'interesse è sempre alto anche se le storie non sono eccelse. Oltretutto "l'anticipazione" alla fine della seconda lascia con un hype immenso per le prossime saghe della testata principale.

Morbius: The Living Vampire #1: In America questa testata è stata chiusa dopo pochi numeri. Prima di leggerla mi chiedevo perché, leggendola ho avuto una risposta. È ORRIBILE. Situazioni banali, disegni statici ed un protagonista con lo stesso carisma di una formica morta. Non vedo l'ora che finisca.

Venom #31: Con l'abbandono di Remender questa testata stava sprofondando, con l'arrivo del Marvel NOW vedremo cosa accadrà. Per ora c'è stato un numero buono, che introduce un po' la nuova situazione. Peccato che il cambio di location ho paura che azzeri le sottotrame, mandando in vacca quel poco di buono fatto da Bunn. Mi sarebbe piaciuto infatti approfondire il rapporto madre-figlio di Flash soprattutto in relazione al fatto che il simbionte lo sta logorando dentro. #VABBEH. Fantastici comunque i disegni di Declan Shalvey, un disegnatore dallo stile particolare che adoro. Speriamo che rimanga il più possibile.


Zetman #1-2

Spinto dalle buone recensioni, ho deciso di iniziare questo manga. Descrivere la trama di questo fumetto è difficile, mi avevano detto che è un omaggio al genere supereroistico americano a cui l'autore è affezionato ma di supereroi veri nella storia non ne ho visto neanche l'ombra, a parte un sacco di riferimenti ad alcuni elementi chiave di Batman. Per ora il tutto non si è delineato perfettamente ma comunque è un manga che mi sento di consigliare. I personaggi sono ben caratterizzati, è crudo e violento, ci sono già svariati misteri e costa pure poco (4,20 €).In breve, Zetman è la storia di Jin, un ragazzo dalle capacità portentose che conduce una vita da barbone con un anziano signore che chiama Nonno. Un giorno le loro vite saranno sconvolte da una serie di avvenimenti legati al passato di Jin e quest'ultimo dovrà imparare svariate dure lezioni di vita per continuare a sopravvivere, come la paura della morte. Okay, detta così la trama non sembra un granché ma credetemi merita.


Dylan Dog #325: Una Nuova Vita (Bonelli Editore)

Mesi a menarcela con la rivoluzione che doveva esserci in questo numero salvo poi rivelarci all'ultimo che il vero rilancio inizia l'anno prossimo. Grazie Bonelli, grazie. Parlando della storia in sé, i personaggi non sono un granché e alcuni dialoghi sono un po' MEH, ma il soggetto è più che buono e la storia scorre molto veloce. Insomma, un numero godibile.

Arriviamo dunque alla fine di quest'articolo. Quali e come sono state le vostre ultime letture? Scrivetemelo nei commenti.

Come sempre vi ricordo di mettere Mi Piace alla pagina Facebook del blog https://www.facebook.com/TerreIllustrate
Detto questo, vi saluto e ci vediamo al prossimo articolo!

3 commenti:

  1. Topolino 3020 : acquistato per la storia di Casty.
    Tutti possono fare fumetti di Gud, sul quale presto pubblicherò una recensione con intervista annessa.
    Un tomo squisito su ogni fronte. Tra gli acquisti del Romics.
    I Classici Disney 323 - bel numero davvero, specie per le storie di Scarpa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Topolino 3020 lo devo prendere anch'io per Casty, ma sono ritardatario e Topolino lo prendo di Martedì (mi piace vivere la vita con rischio). Nel prossimo appuntamento della rubrica parlerò sia del 3020 che del 3019 (che ho preso in variant al Romics).

      "Tutti possono fare fumetti" lo avevo adocchiato anch'io in fiera, non l'ho preso perché ero un po' scettico ed avevo i soldi contati. La prossima volta che lo vedo lo prendo, non sei il primo che me ne parla bene.

      Elimina
    2. Credimi, non te ne pentirai. Appena puoi compralo al volo! Ne parlano bene per molteplici motivi.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...