02/07/13

Cose a caso - Perché i fumetti?

Spesso mi è stato chiesto cosa ci trovassi di bello nei fumetti. Cosa mi spingesse a leggerne così tanti. Perché essere un appassionato di fumetti? Perché leggere i fumetti?

Perché no?

Il fumetto è una delle tante forme d'arte esistenti, la nona per essere precisi, e come tale esprime emozioni e messaggi. In questo caso sotto forma di una storia composta da testo e disegni. Quindi la domanda la rigiro. Perché non leggerli?


Perché vedere un film e non leggere un fumetto? Perché leggere un libro e non un fumetto? Tutte e tre queste arti si assumono il compito di narrare una storia, ognuna in modo differente ma con molte somiglianze. Esistono tantissimi fumetti, tantissimi generi, tantissimi autori. Ognuno di essi è particolare e racconta una storia diversa, quindi perché precludersi un mondo di storie solamente perché non vogliamo provare un medium diverso? Posso capire (ma neanche tanto) quando si tratta di gusti personali, c'è gente a cui non piacciono i libri, gente a cui non piace la pasta coi capperi e ci può essere gente a cui non piacciono i fumetti. Però, ci sono persone che non li provano e basta. I fumetti sono uno dei tanti modi per evadere dalla realtà e per vivere storie che non avremmo mai modo di vivere.

È stato il buon CavernaDiPlatone a darmi l'idea per questo post con questa immagine

I fumetti possono ampliare i nostri orizzonti, farci conoscere cose nuove, farci riflettere su molti aspetti, farci emozionare e tanto altro. Esistono storie per tutti i gusti, basta saper cercare. Quindi, la prossima volta che starete per chiedere a qualcuno "Perché leggi i fumetti?", fatevi prima la domanda "Perché non leggere i fumetti?".

Il motivo comune per cui la gente disprezza i fumetti
"Ma i fumetti sono da bambini!"

Su questa questione c'è poco da dire, si commenta da sé. Potrei partire in quarta, affermando il contrario, ma prima vorrei puntualizzare una cosa. Spesso dietro le persone che ci credono veramente quando dicono queste cose si nasconde una paura, quella di essere giudicati. Si dice "I fumetti sono da bambini!" per dissociarsi subito da loro e per paura di essere paragonati a dei bambini, dando l'idea di essere adulti. E come li chiamate voi quelli che vogliono sembrare più grandi a tutti costi? Io li chiamo bambini.


Detto questo, accusare i fumetti di essere infantili dovrebbe essere un insulto? Ogni medium ha una vasta offerta di prodotti che si divide per target, ovvero il pubblico, e tra questi ci sono anche i bambini. In parole povere: esistono i fumetti per bambini si, ma ci sono anche quelli per i ragazzi e quelli per gli adulti. Che poi, il target d'età non indica MINIMAMENTE la qualità. Basti vedere su Topolino, dove il target è quello infantile ma nonostante ciò si alternano storie bellissime (vi rimando all'articolo in cui parlo di un paio di storie Disney veramente ben fatte) e storie ciofeche. 

Spero che il post vi sia piaciuto, erano un po' di giorni che non parlavo di Cose a caso. Magari un giorno potrei fare un post od una serie di post in cui aiuto i più pigri ad addentrarsi in questo fantastico mondo. Fatemi sapere che ne pensate.

10 commenti:

  1. ti prego Matx96 aiutami...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zeppa, a te solo l'8x1000 può salvarti!

      Elimina
    2. NNNOOOO!! ç_ç

      Elimina
  2. Sottoscrivo anche le virgole. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una celebrità sul mio blog. Freddie Mercury canterebbe "Miracle". Io mi limito ad apprezzare che tu abbia apprezzato :D

      Elimina
  3. Ti faccio una domanda che mi incuriosisce molto: da cosa è nata questa tua passione? Ovvero, come hai scoperto il mondo dei fumetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il passo più banale di questo mondo. Da piccolo ero un grande fan dei cartoni animati giapponesi, di cui One Piece era il mio preferito. Un giorno beccai in edicola il decimo numero della ristampa di One Piece e lo presi. Da lì iniziai a comprare manga saltuariamente, poi tra la terza media ed il primo superiore, attraverso internet che mi apriva ad un mondo di conoscenze, la curiosità si è trasformata in passione. Inizialmente prendevo solo fumetti giapponesi, convinto , ingenuamente, che fossero i soli belli. Poi con calma ho imparato una cosa fondamentale. Se una storia è bella, lo è a prescindere di tutto, anche della nazionalità dell'autore.

      Elimina
  4. Come sei saggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un fottuto saggio!!

      Elimina
    2. No-no-nò, Daniel-San!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...