29/07/13

Cose a caso - Lo stravolgimento dello status quo


Approfitto dell'inizio (in Italia) della saga finale di Amazing Spider-Man per parlare di una tecnica narrativa parecchio comune nel mondo dei supereroi seriali. Partiamo prima con lo spiegare cos'è lo status quo. Nel mondo dei fumetti, lo status quo è la situazione "statica" che attualmente sta vivendo il protagonista.
Un esempio? (Ipoteticamente) "Peter Parker è Spider-Man, lavora al Daily Bugle ed è fidanzato con Mary Jane" è un possibile status quo, ovvero il punto di partenza per qualunque storia si voglia scrivere del tessiragnatele.

Nelle spiegazioni sono parecchio fallace. Quindi, se avete capito, siete invitati ad urlare così.

Molto spesso gli autori (o gli editori) scrivono storie che portano ad una rivoluzione nella vita del protagonista, in positivo od in negativo. Questo viene fatto per l'esigenza narrativa di raccontare qualcosa di diverso ed atipico (o per aumentare le vendite). Negli anni di stravolgimenti dello status quo ce ne sono stati tantissimi, con risultati altalenanti.



Abbiamo visto l'Uomo Ragno smascherarsi durante la Civil War causando parecchi problemi alla sua famiglia...


..la Cosa diventare un wrestler..


..i Vendicatori venire distrutti dalla follia di Scarlet Witch...


..o Superman morire...

Tutti questi stravolgimenti hanno una cosa in comune: prima o poi si torna al punto di partenza. Quante volte personaggi che abbiamo visto morire sono tornati dall'oltretomba tutti interi? Quante volte un supereroe ha smesso di esserlo per poi ritornare sui suoi passi? Quanti personaggi si sono passati la mantellina di Batman per poi ridarla a Bruce Wayne? Quante volte Zia May è stata lì quasi per morire ma poi no, non è morta, li mortacci sua? 

"State pensando anche voi a quello che sto pensando io?"

Quasi sempre tutto ritorna alla normalità ed è come se queste cose non fossero successo (o non sono successe affatto.. One More Day anyone?). Questo avviene per causa volontaria ed involontaria dei lettori. Causa volontaria perché ad ogni cambiamento ci saranno sempre i vecchi lettori che romperanno le palle perché rivogliono il loro vecchio personaggio e causa involontaria perché questi stravolgimenti rendono più difficile la vita ai nuovi lettori che fanno fatica ad integrarsi. E se c'è una cosa che agli editori piace più del pubblicare storie, sicuramente è il pubblicare storie che vendano. E quindi via con i reboot e i rilanci (New 52 & Marvel NOW, per esempio). 

Ve lo ricordate quando Batman era stato sostituito da un tipo con dei gusti parecchio pacchiani? No? Neanche la DC.

Questa tendenza ha portato alla creazione di uno schieramento contro i cambi, che è sempre lì pronta a sentenziare "Tanto torna tutto come prima" come se fosse un buon motivo per denigrare una storia. Io penso che quando accadono queste modifiche allo status quo ci si dovrebbe concentrare sul presente per godersi le singole storie e che non si dovrebbe pensare che qualche anno dopo tutto si aggiusterà. Sarebbe come non guardare le commedie perché tanto si sa che finiscono tutte bene. Una buona storia è una buona storia a prescindere delle influenze che ha sulla continuity, inoltre questi stravolgimenti portano spesso ad una ventata d'aria fresca e invogliano di più il lettore a seguire la testata (quando sono l'incipit per buone avventure ovviamente, non è che basta stravolgere a caso per scrivere belle cose eh). Per questo io sono tra quelli che attendono con impazienza l'arrivo di Superior Spider-Man, di cui ho già avuto un assaggio e che mi ha fatto sperare molto bene.


Spero che l'articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti. E vi ricordo di mettere Mi Piace alla pagina su FB, visto che sto iniziando a sfruttarla di più!

5 commenti:

  1. Io di Azrael/Batman mi ricordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora arriva l'esercito della DC a casa tua e mentre premeranno contro il petto con la mano sinistra la loro copia in Ultra Variant di Batman 1 dei New 52 utilizzeranno la destra per sparaflasharti e farti dimenticare di quell'infausto periodo. Nessuno deve averne memoria. NESSUNO.

      Elimina
  2. Io mi ricordo di tua madre a pecora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un genio degli insulti a caso, mi inchino a cotanta fantasia. Utilizzerò tutta la mia influenza per farti essere tra i papabili per il premio Nobel di quest'anno.

      Elimina
    2. Ciao Snyder.
      Non rosicare, e imparara ad accendere una steadycam.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...