06/07/13

Cose a caso - La fedeltà al cinema


Al cinema dilagano ormai le trasposizioni di fumetti. Elencate tutte sotto il fittizio genere dei "Cinecomics", questo tipo di film si è prepotentemente preso una grossa fetta del mercato dei blockbuster cinematografici. Questi prodotti hanno però, purtroppo, una brutta bestia a loro seguito. Di chi parlo? Ma ovviamente dei..

Fan dei fumetti!

Non parlo di tutti i fan, parlo di quei puntigliosi personaggi che vanno al cinema con il fumetto sottobraccio per controllare se il film rispecchia vignetta per vignetta la loro opera preferita per poi giudicare la trasposizione in base alla fedeltà. Niente di più sbagliato. Il cinema è un medium indipendente che non può e non deve essere relegato a mera appendice del fumetto (Ma questo discorso vale anche per le trasposizioni dei libri). Un film è un prodotto artistico e come tale deve rispecchiare la creatività dell'autore, che in questo caso è il regista e non lo sceneggiatore del fumetto. 


Perché mi sono sentito in dovere di fare un discorso del genere, che sembra tanto la "Scoperta dell'Acqua Calda™"? Perché ultimamente ho letto spesso in giro di persone che bocciano interi film di questo genere semplicemente perché non rispecchiano fedelmente la storia originale del loro personaggio preferito. Questo fenomeno si è accentuato soprattutto con l'uscita di The Amazing Spider-Man e di Iron Man 3. Ho visto persone difendere l'ultima trasposizione dell'Uomo Ragno perché più fedele ai fumetti di quella di Raimi (Che poi.. pffff. Che fumetti avete letto? Non bastano mica due spararagnatele e una Gwen a rendere una cosa fedele) e persone bocciare completamente Iron Man 3 per il fattaccio(che ho trovato carina come scelta) del Mandarino. Un film va giudicato per quanto è bello il film, non per quanto è uguale al materiale da cui è tratto. Ci sono cose che funzionano solo su carta e la troppa fedeltà spesso frega. Vedasi Watchmen*. Ora, il mio discorso non sta a significare che i film devono essere completamente opposti al materiale da cui sono tratti ma che i registi devono modificare e tagliare il materiale di partenza in modo che diventi suo e che sia reso nel modo più ottimale possibile al cinema. Cambiare sì, ma con la testa. Come fece Burton con Batman, che lo rese praticamente un suo personaggio. Non come in Kick-Ass..

Io che ripenso ai cambi nella sceneggiatura di Kick-Ass...

*Il film di Watchmen è una brutta gatta da pelare. Tenta sulla carta di rimanere assolutamente fedele, con una sceneggiatura che ricalca al 90 % quella della Graphic Novel, ma pecca poi con la regia. L'estetizzazione e la spettacolarità visiva (oltre che gli stupidi rallenty) di Snyder cozzano con il messaggio dietro all'opera originale, che si concentra di più sul fragile uomo dietro alla maschera e che utilizza la violenza come semplice mezzo narrativo e non come intrattenimento. Tanto è vero che l'azione è ridotta all'osso e mostrata molto a tratti. Mentre nel film appare tutto figo e sbrilluccicoso.

9 commenti:

  1. Come dici te, appunto, tocca valutare il film per quello che è. In Iron Man 3, da lettore dei fumetti, ho storto il naso alla scelta del Mandarino, ma se ci penso razionalmente non c'è nulla di male. Ciò che non mi è andato giù è stato il bambino. Proprio no.

    La fedeltà a tutti i costi è impossibile e ridicola, ma ogni tanto un pelo più di attenzione in tal senso non guasterebbe. Dragon Ball Evolution non c'entra UNA SEGA col fumetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS sei un fanboy di merda.

      Elimina
    2. Ma Dragon Ball Evolution avrebbe fatto pena anche se si fosse chiamato "Avventure per salvare il mondo". Lì è il regista ad essere un incapace totale, perché c'è una regia delle scene da far accaponare la pelle.

      Elimina
  2. mi trovo pienamente d'accordo sul fatto che un film, per quanto si debba ispirare a un fumetto (in questo caso), non lo si deve riportare sullo schermo vignetta per vignetta.
    alcuni casi possono anche andare, basti vedere sin city, ma questo vale per fumetti contenenti miniserie o storie autoconclusive come kick-ass, watchman o il già citato sin city.
    voglio dire che, se si vuole portare sullo schermo personaggi che occupano serie con storie diverse e che vanno avanti da anni e anni (spider-man, iron man, hulk...) bisogna, secondo me, cercare di creare qualcosa di innovativo, di fedele e di nuovo, cosa impossibile con le succitate "miniserie autoconclusive" la quale storia è una e basta senza quindi possibilità di cambiamenti.
    stesso discorso vale per i manga.
    se si vuole produrre un film non si può cambiare la storia, perchè ne uscirebbe una schifezza (dragon ball evolution, per prendere l'esempio più ovvio, ma anche il nuovo film dell'uomo tigre)
    trovo quindi impossibile un film di one piece ( già so che, semmai lo facessero, uscirebbe una schifezza) o di naruto in quanto manga troppo lunghi, a differenza di di death note: non essendo quest' ultimo troppo lungo, si e potuto fare un film abbastanza fedele ( anche se a puntate)
    ps questo blog merita più fama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema dei film sui Manga è anche il fatto che 9/10 delle cose che funzionano su carta al cinema sono impossibili d'adattare.

      P.s.: The vojo bene *_*

      Elimina
  3. il problema degli otaku d'occidente come te, è che se domattina fanno er film in 5D de Uan Pis, corri a sbavare sulla locandina davanti al cine.
    Poi, dopo averje regalato er bijetto in danari, verresti qua a bestemmiare scrivendo l'articolo su quanto sia stato demmerda passare la giornata seduto in modalità Arancia Meccanica in sala.
    Finchè esisterai, sarà colpa tua se Nolan e soci fijano film popopopo demmerda come conigli.
    Tua e della tua specie.
    Fuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu.
    Fu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Asvello, anche vedere film demmerda intrattiene! Di scaricare roba appena uscita non mi va, quindi l'unico modo per vederli è andare al cinema XD Poi ci vado con amici, quindi una serata non è mai buttata.

      P.s.: La prossima volta che mi chiami Otaku ti mando la mafia a casa.

      Elimina
    2. oghey.
      Figlio di Sheldon è mejo, non c'avevo pensato.
      Il 'problema' non è tanto buttare soldi al vento, perchè un'esperienza demmerda è pur sempre un'esperienza e, come il tuffarsi nella fogna, rafforza er sistema immunitario (uno quello fisico, l'altro quello cerebrale).
      No, la faccenda riguarda l'ideos attorno alla quale ruotano queste produzioni cagose:
      far soldi.
      perchè, nel bene o nel male, i producers di Dragon ball versione cinemerdografica volevano solo quelli, mica arte e mazzi annessi.
      E sapevano che ci sarebbero stati figli di Sheldon,
      appassionati di manga,
      di cinema 'orientale',
      videogames,
      a guardarlo, nel bene e nel male.
      Porcaccioermonno, come dicono in Australia.

      Elimina
    3. Vabbuò, però Dragon Ball ha floppato XD E non l'ho manco visto al cinema.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...