22/06/13

Ultime visioni - La sera leoni e la mattina...


Questa sera su "Ultime Visioni" si parlerà di:

-Un film comico che tanto comico non è
-Una trilogia che tanto trilogia non è.


Sigla!


Tatatatataaa


Il primo film che tratterò è la recente conclusione della famosa saga de "Una notte da Leoni", del regista Todd Philips. Per chi non la conoscess.. aspetta un attimo, c'è veramente qualcuno che non conosce questa saga? 
Io personalmente non ne sono mai stato un grande fan, ho visto il primo tempo fa e mi era piaciuto parecchio, ma la cosa è finita là. Tanto è vero che il secondo devo ancora recuperarlo. Quindi mercoledì sono andato a vederlo assieme ad un paio di amici senza alcun pregiudizio, sperando che riuscisse a strapparmi qualche risata come il primo aveva fatto. Vuoto assoluto. Per la conclusione della saga, Philips tenta un approccio diverso cambiando la formula e tramutando il film in un misto tra la commedia e l'action movie, fallendo in entrambi i generi. La parte d'azione è noiosa, senza scene un minimo memorabile e con pathos totalmente assente. Il lato comico è invece insipido, raramente è riuscito a strapparmi qualche sorriso. Hanno infatti deciso di soffermarsi troppo sul personaggio di Alan, perché è quello con cui è più facile prendere consensi. Quello che nel primo era un simpaticissimo personaggio stupido, qui appare un ritardato mentale forzatissimo che non riesce e non può reggere un intero film. Ad aiutarlo sulla scena ritroviamo Leslie Chow, personaggio che ho odiato dal primo film e che risulta tutt'altro che divertente. Perché se nel 2013 vi fa ancora ridere un cinese con una pronuncia ridicola quelli con i problemi siete voi. Nota di merito per Goodman, che con il suo faccione riesce a mettermi il sorriso anche quando interpreta il cattivo, e per la colonna sonora, che offre una vasta scelta di brani ricercati che ben si amalgano con le scene. Il film scorre veloce, anche troppo. Si arriva alla fine con l'impressione che non sia accaduto assolutamente nulla. Per me, bocciato totalmente.

Il mio pensiero alla fine del film

Passiamo ora ad una trilogia di film sud-koreana, diretta dal maestro Park Chan-Wood. Se conoscete il regista avrete già intuito di cosa si parlerà, se non lo conoscete ve lo dico: la Trilogia delle Vendetta. Che poi tanto trilogia non è, visto che i film sono tutti slegati tra loro e accomunati solamente dal fatto che trattano tutti l'argomento della vendetta, ognuno in una forma diversa. I film in questione sono: Mr. Vendetta, Old Boy e Lady Vendetta.

Il primo, Mr. Vendetta,  parla di un ragazzo sordomuto che lavora per mantenere la sorella, la quale è gravemente ammalata ed in attesa di un rene compatibile con il suo, ma non può permettersi l'operazione. Un giorno decide così, assieme alla sua ragazza, di rapire la figlia del suo ex-capo e farsi pagare un riscatto. Questa decisione porterà ad un turbinio di eventi che non faranno che causare vendetta su vendetta. 
La bellezza di questo film si basa molto sulla regia che, attraverso moltissime scene di silenzio, analizza i protagonisti della vicenda. Fantastico anche l'uso delle inquadrature, di cui molte le ho trovate atipiche e allo stesso tempo azzeccatissime. Unica pecca del film è la sceneggiatura, che presente alcuni buchi che infastidiscono.

Il secondo film è Old Boy che, ve lo dico subito, è un Capolavoro. Con la C maiuscola.
Il protagonista del film, Dae-su, viene un giorno rapito senza, apparentemente, alcun motivo e rinchiuso in una prigione per 15 anni. Viene poi inaspettatamente rilasciato e starà a lui scoprire chi lo ha fatto rinchiudere, ma soprattutto perché. Il film non ha una virgola fuori posto, ogni scena è perfetta nell'economia complessiva e nonostante non sia un action-movie ci regala una tra le migliori scene d'azione di sempre. La sceneggiatura è ispirata all'omonimo manga, ma supera quest'ultimo ed è esente di difetti, a differenza di Mr. Vendetta. A chiudere il tutto c'è un finale in cui tutti i pezzi del puzzle si incastonano perfettamente in un mosaico di rivelazioni scioccanti una dopo l'altra, che vi farà rimanere con la bocca aperta.

Io e il mio amico immaginario alla fine del film

Infine c'è Lady Vendetta. Di cui preferirei non parlare. Siamo arrivati, infatti, alla pecora nera della trilogia. Lady Vendetta parla di una ragazza all'apparenza innocente(nel senso di candida, pura. Concetto ribadito spesso nel film) che esce di galera dopo aver scontato l'accusa di aver ucciso un ragazzino. Andando avanti nel film si scoprirà che in prigione non è rimasta con le mani in mano, ma che si è creata una rete di conoscenze che una volta uscita le avrebbero permesso di attuare il suo piano di vendetta contro l'uomo che l'ha fatta finire in galera. Ora, perché questo film non è minimamente paragonabile ai due precedenti? Tutta colpa della sceneggiatura. Un'altra volta. La narrazione è infatti frammentaria e lenta, senza un minimo di mordente che ti spinga a proseguirne la visione. I personaggi non presentano alcun carisma, addirittura ve ne è uno che ho odiato(una certa bambina...). Non c'è molto altro da dire su questo film, vedetelo solamente per completare la trilogia e come dimostrazione che a volte anche i grandi sbagliano.

Ed ora il momento clou dell'articolo, quello delle votazioni. Perché alla gente piacciono i numeri. 

Una Notte da Leoni 3: 5/10
Mr. Vendetta: 8/10
Old Boy: 10/10
Lady Vendetta: 5,5/10

Spero che quest'articolo vi sia piaciuto, se non v'è piaciuto fatevelo piacere. Se v'è piaciuto tanto mettete Mi Piace alla pagina su Facebook per rimanere aggiornati sui nuovi articoli, se non v'è piaciuto uguale. Ci vediamo domani, con un nuovo appuntamento di "Cose a caso", dove stilerò un'altra Top 5.

P.s.: Ma si scrive "OldBoy" o "Old Boy"?

12 commenti:

  1. no, avessi almeno avuto quello! non ti prenderebbero neanche a Colorado!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buffone è colui che è buffo. Buffo è ciò che diverte. Colorado non è divertente, quindi mi hai implicitamente detto di essere meglio di Colorado. Lo prenderò come un complimento :D

      Elimina
  2. no! questo dimostra che non riesci a capire le cose! intendevo che colorado è abbastanza squallido che appunto prendono persone con una comicità altrettanto squallida! tu sei ad un livello assai più basso dei comici del programma, quindi deduci che la situazione è molto grave se sei troppo (in senso negativo) anche per loro! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però non ho capito cosa c'entra ora. Non è un articolo comico questo. Se io ti servo la Paella a tavola mica puoi guardarmi in faccia e dire "Questa pizza fa schifo".

      Elimina
  3. infatti io ti ho scritto che sei un buffone perché (forse ho tralasciato di menzionarlo) a me i buffoni non hanno mai fatto ridere, anzi li trovo abbastanza patetici. questo articolo, è vero, non è comico, ma è altresì squallido, quindi revisionalo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma cos'ha che non va l'articolo? Non ti piace quello che penso? °°

      Elimina
  4. no mi piace molto che tu abbia un pensiero proprio e che dir più sappia esprimerlo!

    RispondiElimina
  5. la tentazione di scrivere una battuta assai infelice ma molto divertente c'è tutta, ma... no! non la farò e tanto meno ti dirò chi sono!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...